Whatsapp, come mandare foto in alta definizione senza che vengano compress

Al giorno d’oggi WhatsApp rappresenta il sistema di comunicazione più sfruttato sul pianeta. Intuitività, praticità e rapidità sono le caratteristiche che l’hanno reso celebre: i tradizionali e vecchi servizi di messaggistica, come gli sms, sono letteralmente scomparsi, soppiantati da WhatsApp.

Con il grande boom degli smartphone al giorno d’oggi, le applicazioni di messaggistica istantanea rimangono i titoli più scaricati. Un altro trend in positivo, tra le app, è quello delle piattaforme d’azzardo, che si stanno diffondendo in massa anche sui device mobili. Tutti i siti di casino online italiani che hanno il bonus di benvenuto sono in grado di offrire un’esperienza di gioco davvero importante anche accedendo da smartphone e tablet. E pensare che una decina di anni fa, per piazzare una scommessa sportiva era necessario recarsi presso il più vicino centro scommesse, mentre ora si può comodamente puntare seduti sul divano di casa.

WhatsApp e l’invio di contenuti multimediali in alta definizione

Una delle caratteristiche più interessanti di WhatsApp è quella di poter spedire ai vari contatti dei contenuti multimediali senza che venga effettuata alcuna compressione. Proviamo a pensare alle foto: l’invio avviene mantenendo la risoluzione originale, senza che il programma vada ad operare in automatico alcun tipo di riduzione, ma è necessario prestare alcuni accorgimenti.

Per inviare delle foto senza che vengano compresse, il procedimento è diverso in base al tipo di sistema operativo, iOS oppure Android, che caratterizza il device dell’utente. In entrambi i casi questa operazione è possibile, in modo tale da non lasciare per strada buona parte della qualità dell’immagine: non bisogna mandarla con il sistema tradizionale, quanto piuttosto inviarla come se fosse un vero e proprio file.

Il procedimento per smartphone iOS

Quindi, con iPhone e gli altri device iOS il primo passo sarà quello di effettuare l’apertura della foto che deve essere condivisa direttamente all’interno dell’app Foto di iOS. Il passo successivo è quello di scegliere il quadrato con la freccia, ovvero quello con cui si accede al menu di condivisione. Fate un tap per salvare il file, selezionando la cartella di destinazione. Per inviarlo al contatto di WhatsApp dal tasto “+” accedete a “Documento” e poi a “Recenti”.

Il procedimento per smartphone Android

Per tutti coloro che hanno uno smartphone Android, il procedimento è differente, ma altrettanto semplice. Utilizzate la classica “graffetta” di WhatsApp e poi vi troverete nella voce “Documento”. Meglio evitare di optare per la cartella “Immagini”, visto che si rischierebbe in questo caso di effettuare l’invio di un’immagine compressa.

Fate un tap su “Sfoglia altri documenti”, poi scegliete “Immagini” e “Fotocamera”. A questo punto non dovrete far altro che selezionare la foto piuttosto che il contenuto da mandare. Grazie a questo procedimento, quindi, si eviterà che la foto da inviare possa essere compressa o, in ogni caso, perda parte della propria qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *