conto corrente online è sicuro

I conti correnti online sono davvero sicuri?

In un mondo condizionato a tal modo dall’avanzare della tecnologia e del progresso, l’avvento dei conti correnti online era solo una vera e propria questione di tempo. Viviamo in un’epoca in cui ogni minuto è vero e proprio denaro e, comprendendo il modo nel quale le necessità dei cittadini si sono modificate, le banche hanno iniziato ad offrire un servizio, all’apparenza vincente, per permettere ai clienti di risparmiare il tempo perso in fila prima di riuscire ad arrivare ad uno sportello bancario e di gestire le operazioni del vostro conto comodamente dalla vostra abitazione.

Ma questo servizio così utile è veramente così sicuro?

A quanto pare sembra che la risposta a questa domanda sia: . I conti correnti online rappresentano veramente la svolta degli ultimi anni per gli italiani e nonostante siano affidabili chiaramente vi son sempre delle accortezze da tenere in conto quando si parla di maneggiare il proprio denaro, anche se online e quindi non in maniera fisica. Ogni banca infatti, quando si parla di conti correnti online, generalmente fornisce delle credenziali secretate per accedere ad una personale area riservata dell’home banking ove effettuare le operazioni principali. Queste credenziali prevedono uno username o codice cliente e una password di cui solo voi possedete le informazioni.

Quando si parla di alcune accortezze o della costante attenzione da tenere con i conti correnti online, nonostante sia garantita la sicurezza, è proprio relativamente a delle distrazioni o degli errori umani che chiunque può compiere. Basta infatti che qualcuno trovi le vostre credenziali magari scritte su un appunto o su una nota del telefonino per aver accesso alla vostra Area e dunque effettuare delle transazioni perché in casi normali questo tipo di servizi offrono una protezione veramente incredibile.

Gli istituti di credito online infatti sono responsabili delle operazioni che avvengono nel rispetto delle semplici norme generali, sfruttando quindi regolarmente gli avanzati protocolli di sicurezza offerti al cliente per garantire la tutela assoluta del cliente. Se qualcosa dovesse andar storto in questi passaggi (difficile) allora sarebbe la banca a prendersene la responsabilità, a differenza dell’esempio precedente.

Questi protocolli che vengono adottati in queste situazioni sembrano dunque infallibili per evitare che degli hacker possano tentare di rubare credenziali, dati o denaro dal proprio conto, ma permettono a voi titolari di sfruttare questa comodità in tutta sicurezza.

E se si ha il dubbio su quali siano i migliori conti correnti, al seguente link si trova una completa guida di confronti: https://www.filippomartin.com/migliori-conti-correnti-online-a-confronto/.

Come funzionano questi protocolli di sicurezza?

Le banche chiaramente hanno piena libertà nella scelta del sistema di sicurezza dei loro servizi e dei loro clienti, potendo optare per ciò che ritengono più avanzato o, magari, anche in un ragionamento più vasto che tiene in considerazione anche i costi. In tutti i casi però si identifica un sistema di criptaggio che consente sempre l’accesso a dei siti resi sicuri.

I protocolli adottati son vari e più o meno efficaci, ma insieme si combinano perfettamente per dar una copertura e una sicurezza totale. Tra questi possiamo trovare:

  • Dispositivi token: chiavette monouso fornite direttamente dalla banca che vanno, di volta in volta, a volte relativamente a giorni a volte a operazioni a seconda della banca, a generare delle password provvisorie per permettere l’accesso alla propria Area Cliente.
  • Avviso tramite SMS: un ulteriore protocollo preso in considerazione per fornire una protezione di un altro livello. Tramite l’invio di un sms sul numero da voi fornito, al momento della creazione e attivazione del conto, si verrà avvisati dell’operazione in corso. Questo è un servizio che permette di conoscere subito quando è avvenuto un prelievo di denaro allo sportello, soprattutto se su circuiti non relativi alla banca in questione o in altri paesi, e permette di avvisare immediatamente chi di dovere per bloccare il conto e riportare una transazione anomala. Altri ancora possono utilizzare questo servizio per fornire un codice, unico e casuale, per completare un’operazione e che quindi permette di proteggere un conto anche nel caso in cui un esterno venisse in possesso delle vostre credenziali.
  • Installazione software: alcune banche per offrire una protezione maggiore e di tutto rispetto forniscono anche dei software speciali da installare sul computer o dispositivo mobile su cui si accede al proprio conto.

Vi son altri modi per proteggere il proprio conto?

Gli hacker spesso agiscono in vari modi che permettono, nonostante questa sicurezza, di far breccia in queste difese e aggirare in qualche modo i sistemi. Per prevenire tutto ciò, nelle banche, ma anche semplicemente su internet, potrete trovare dei semplici consigli da seguire per evitare ogni tipo di truffa virtuale. Si suggerisce quindi di:

  • Non aprire mai link o allegati da e-mail fittizie che non corrispondono perfettamente a quella che normalmente la banca usa per comunicare. Quindi bisogna sempre stare attenti a controllare il mittente e assicurarsi che la comunicazione sia reale e non un tentativo per aggirare la sicurezza.
  • Non inserire mai le credenziali per l’accesso all’area cliente su siti considerati non sicuri e controllate sempre che sia utilizzato il protocollo https.
  • Utilizzare preferibilmente lo stesso dispositivo e lo stesso browser per entrare nella propria area personale ed evitare invece di accedere da altri computer, soprattutto se non vostri.
  • Mantenere sempre aggiornato il programma antivirus sul computer.

Grazie a queste piccole e semplici accortezze vedrete che il vostro conto corrente online si rivelerà essere una svolta per la vostra vita bancaria assolutamente in totale sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *