sapereeundovere.it

Fake news per Franco Battiato: “è morto” ma la notizia è falsa

Fake News: il fenomeno del cattivo gusto in rete

Ennesima fake news  in rete, questa volta ai danni del cantautore Franco Battiato, dato per morto a causa di un infarto; la cattiva e assurda moda di diffondere notizie funeste alle spalle di personaggi pubblici e dello spettacolo pare non voler scomparire; il cattivo gusto e la mancanza di sensibilità e rispetto spopolano sul web da anni.

Burloni di bassa lega

i burloni di bassa lega, convinti di essere divertenti continuano imperterriti a diffondere false notizie allarmistiche di morti presunte e incidenti; i soggetti presi di mira dalle fake news sono soprattutto i personaggi dello spettacolo e i nomi famosi del panorama musicale internazionale. La mancanza di discernimento in merito alla notizia fasulla della morte del cantante è che Battiato verso la fine del 2017  ha avuto davvero un brutto incidente casalingo; è stato vittima di una caduta tra le mura di casa, riportando la frattura di femore e bacino; in quell’occasione si vide costretto ad annullare diverse date dei suoi concerti. Ecco perchè tutti i fan del cantante si sono subito allarmati e dispiaciuti, sentimenti e interesse che hanno subito lasciato il posto alla rabbia e all’indignazione di chi segue l’artista da anni; per la stupidità e la mancanza assoluta di etica, di questi cialtroni del web nemmeno  buoni per il camino o la caldaia di casa,  assistenza caldaie Beretta Milano

Le morti annunciate

Questa fake news pare studiata a tavolino, infatti Battiato nasce nel mese di marzo e chi ha avuto l’idea geniale di diffondere questa bufala sgradevole ha pensato bene di farlo “morire” in aprile; la notizia di pessimo gusto arriva inoltre in un momento di vero cordoglio per il mondo del cinema e dello spettacolo, proprio in questi ultimi giorni arriva si è avuta notizia ( purtroppo vera) della morte di tre personaggi famosi e amati dal pubblico:  è mancato il regista di “Qualcuno volò sul nido del cuculo” Milos Forman,  poi è scomparso  l’italiano Vittorio Taviani e infine è morto l’attore che in Full Metal Jacket ricoprì il ruolo del Sergente Hartman: Un periodo di veri lutti che non dovevano senza dubbio essere mescolati con le news-spazzatura. Di positivo c’è che Franco Battiato sta benissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *