Broker Forex

Broker Forex: che cos’è?

Abbiamo scoperto che cos’è il Forex e il trader Forex, ma il Broker Forex cos’è? Cosa fa? Qual’è il compito di questa nuova figura?

In realtà il broker è sempre esistito poiché si tratta di un intermediario (broker in inglese) che gestisce le transazioni tra acquirente e venditore. In questo caso gestisce i movimenti del mercato monetario, ma come si comporta? Come si muove? Qual’è il suo guadagno? Proviamo a scoprirlo insieme.

La figura del Broker Forex

Mentre una volta i Broker s’incontravano di persona, oggi, grazie al mercato virtuale, si possono incontrare sulle piattaforme multimediali e sono diventati tantissimi. Ricordiamoci però che non tutti sono professionali ed è importante trovare persone affidabili a cui affidare i propri capitali. Esistono delle tabelle comparative che valutano la situazione e le specifiche dei broker che si trovano nelle banche e nelle società di brokeraggio, ma questi, per ovvi motivi, applicano delle commissioni molto elevate rispetto ai Broker Forex che lavorano esclusivamente con le piattaforme di brokeraggio. Come mai? Questa figura può permettersi di offrire un servizio gratuito o, almeno, è quello che promettono molti siti. In realtà i costi sono molto più contenuti rispetto alle banche e alle società di brokeraggio, ma non sono completamente inesistenti. Le commissioni applicate si suddividono in tre tipi:

  • Commissioni a spread fisso. Lo spread è il differenziale tra vendita e acquisto che è misurato in PIP;
  • Commissioni a spread variabile;
  • Commissioni che sono calcolate sulla percentuale dello spread.

Quale Broker Forex scegliere?

Il suo compito è abbastanza intuibile: deve trovare il prodotto migliore per il suo cliente, per far rendere al massimo i suoi capitali. Per conoscere i mercati finanziari, non basta studio o esperienza, serve un determinato istinto. Gli intermediari valutari devono prevedere, sapere come muoversi, agire in anticipo, devono essere sempre un passo avanti per poter “indovinare” i comportamenti del mercato valutario. Premesse queste doti da “veggente”, vediamo quali sono le caratteristiche che possono aiutare a scegliere il Broker Forex:

  • Il broker affidabile dovrebbe guadagnare sullo spread;
  • I broker devono essere sottoposti alla vigilanza di enti appositi che disciplinano il suo operato. Questi enti cambiano in base ai vari Stati (NFA, CFB, ASIC, CFTC, ecc.).
  • Capire con quali piattaforme di trading lavora;
  • Controllare i bonus di benvenuto. Alcuni broker l’offrono solo all’apertura del conto, altri invece prevedono delle promozioni periodiche;
  • Non tutti i Broker utilizzano i conti in euro quindi, prima di avviare un rapporto finanziario, è bene informarsi sulla valuta base utilizzata.

Considerando che si tratta di impegnare i propri soldi, come sempre, è bene prendersi il proprio tempo per valutare, raccogliere informazioni e confrontare prima di prendere qualsiasi iniziativa.

Esistono anche dei siti che pubblicano delle tabelle in cui sono valutati i maggiori siti di Broker. Si tratta di tabelle fatte molto bene poiché rendono subito evidenti i lati positivi e quelli negativi del sito. Questo permette, a colpo d’occhio di individuare immediatamente quello che offre maggiori garanzie e tutele. Prima di incominciare a effettuare qualsiasi operazione, ricordatevi di fare esperienza con i conti demo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *