Scommesse nel mondo virtuale

Perché piacciono le scommesse sui virtuals? Perché sono sempre possibili e possono essere fatte in un lasso di tempo molto breve, ma non sono molti i bookmaker che danno questa possibilità. Proviamo a capire di cosa si tratta.

Scommesse sempre pronte

Gli eventi virtuali permettono di scommettere su diversi sport: calcio (ovviamente), corse dei cani, dei cavalli, ciclismo, moto e automobilismo. Gli eventi sono a rotazione il tempo tra una scommessa e l’altra è veramente ridotto al minimo. Il sito  http://www.migliorbookmakerstraniero.com/, ad esempio, fornisce questo servizio utilizzando un canale live streaming con una buona grafica. La grafica è sicuramente indispensabile per invogliare il giocatore a scommettere su questi eventi. Gli sport virtuali consentono diverse tipologie di scommesse: cartellini gialli, doppia chance, rigore si o no, under e over ecc..

Vincite con le scommesse sugli sport virtuali

Le quote sono particolarmente alte rispetto agli eventi normali e, i risultati sono determinati casualmente da un generatore di numeri “pseudo-casuali”. Tale generatore, detenuto presso il totalizzatore nazionale, garantisce la chiusura completa delle scommesse prima che sia ufficiale il risultato, così come succede per le scommesse sugli eventi reali. Le scommesse possono essere sia singole che multiple e la scommessa minima è di 1 € e la vincita massima può essere di 10.000 €. Questo tipo di scommesse, ovviamente, non danno la possibilità di fare previsioni come con il reale, però, attraverso l’analisi approfondita e attenta delle quote ci si può fare un’idea di massima sull’andamento degli eventi.

Il settore delle scommesse virtuali si sta ampliando sempre di più e la gamma di offerte si amplifica inserendo, oltre agli sport più diffusi, pratiche meno comuni come freccette, cricket, tennistavolo, tiro con l’arco e badminton.  Questo particolare invoglia ancora di più gli scommettitori che vogliono “sganciarsi” dal classico calcio e lanciarsi in qualcosa di diverso che va oltre gli schemi canonici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *