I detersivi per la lavatrice: in polvere o liquidi?

Usare i detersivi in polvere per il bucato

Anche a voi – mentre vi aggiravate tra gli scaffali di un supermercato – di fronte alla notevole offerta di prodotti per fare il bucato è già capitato di domandarvi se sia meglio il detersivo per lavatrice liquido o in polvere? In effetti, trovare una risposta univoca ad un quesito di questo tipo non è facile, soprattutto considerando la grande abbondanza di soluzioni disponibili sul mercato per gestire il lavaggio dei panni. Nel caso dei detersivi in polvere, spesso è possibile ravvisare una certa capacità di pulizia che non si riscontra nella stessa misura in quelli in forma liquida: inoltre, molto frequentemente i detersivi in polvere offrono un’efficacia superiore pure in caso di uso a bassa temperatura. Tante persone, poi, preferiscono usare questo tipo di detersivi per fare il bucato con capi bianchi, o ancora, per lavare in modo mirato la biancheria del letto o del bagno, giacché gli sbiancanti solitamente contenuti in un detersivo in polvere lo rendono più indicato per questo tipo di uso. Uno svantaggio piuttosto lampante di questa prima tipologia di detersivi, nel confronto con quelli liquidi, è da ricercare nella solubilità difficoltosa: spesso permangono infatti dei residui tanto nella lavatrice quanto sul bucato, un inconveniente al quale si può spesso ovviare tramite un ulteriore risciacquo, oppure, scegliendo di porre la classica pallina con il detersivo all’interno del cestello. In conclusione, i detersivi in polvere spesso si fanno preferire – in modo particolare nel caso di quelli concentrati – per il loro impatto ambientale un po’ meno importante, grazie al fatto che non sono realizzati con inerti inquinanti, un aspetto del quale non si può non tenere conto in un’epoca in cui la sostenibilità è sempre più percepita come un lavoro aggiunto.

Perché scegliere i detersivi liquidi per la lavatrice?

Tante persone decidono di acquistare i detersivi liquidi per fare il bucato giacché li ritengono meno problematici da usare, soprattutto giacché non lasciano i fastidiosi grumi sui panni o nel cassetto della lavatrice: tuttavia, anche questi prodotti non presentano – come ogni altra cosa del resto – solo vantaggi, bensì, anche degli svantaggi innegabili. Tra i pregi più noti dei detersivi liquidi si può citare indubbiamente una minore aggressività sul bucato rispetto a quelli in polvere, giacché la loro solubilità è nettamente migliore rispetto a quelli in polvere, sin dalle temperature più basse. Sono inoltre privi di sbiancanti nella maggior parte dei casi, e questo aspetto li rende particolarmente indicati per trattare i capi colorati e delicati. Tuttavia, spesso questi detersivi liquidi hanno una minor capacità di pulizia, un aspetto questo che si riverbera sulla necessità di usarne una quantità superiore per lavaggio e, ancora, secondo alcuni studi sono risultati più inquinanti rispetto a quelli in polvere a causa della maggiore necessità di ossigeno per la biodegradazione. Anche i contenitori in plastica rappresentano un problema, spesso in ragione del fatto che contengono una quantità ridotta di prodotto. Inoltre, per ottenere un bucato impeccabile, è importante valutare correttamente la quantità di detersivo da usare in rapporto ai kg di bucato, nonché al livello di sporcizia dello stesso e, infine, pure in considerazione delle qualità dell’acqua (soprattutto la durezza).

La terza via: i detersivi in capsule

Oltre a quelli liquidi e in polvere, esiste pure una terza tipologia di detersivi per la lavatrice che è rappresentata da quelli in capsule: quali potrebbero essere le ragioni per le quali dovreste decidere di comprare questo terzo tipo di prodotti per fare il bucato? Da una parte, potreste essere attratti dal fatto che, essendo proposti in monodose, la loro conservazione possa essere più semplice: tuttavia, questa scelta comporta anche l’esborso di un prezzo solitamente più alto, rispetto alle due precitate tipologie di detersivi e, ancora, presenta qualche difficoltà in più nel dosaggio corretto laddove doveste fare una quantità di bucato che non corrisponde a quella raccomandata per ogni capsula. Non si può infine nemmeno prestare un occhio di riguardo al discorso della sicurezza, qualora aveste bambini in casa: gli stessi potrebbero infatti essere attratti da questi prodotti, con conseguenze davvero molto pericolose per la loro salute, qualora dovessero ingerire una di queste capsule.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *