Allarme casa: quale scegliere? I vantaggi dell’antifurto smart

Qual è il miglior antifurto che possiamo comprare per proteggere la nostra abitazione? Oggi si parla sempre di più di antifurto smart, intendendo con esso un prodotto importante della tecnologia all’avanguardia. I progressi tecnici e tecnologici per quanto riguarda l’antifurto per la casa sono stati tanti nel corso degli ultimi anni. Per questo si hanno a disposizione in commercio tantissimi prodotti che si rivelano come molto performanti. La loro funzione è quella di proteggere la casa da ogni eventuale intrusione. E non possiamo non nominare, nell’ambito dello sviluppo delle tecnologie applicate alla sicurezza, i sistemi applicati al settore della domotica, che rappresenta un punto di riferimento per l’integrazione con gli allarmi in maniera efficace. Ma andiamo con ordine e cerchiamo di capire che cos’è un antifurto smart e a che cosa serve.

Cos’è l’antifurto smart

Allarme casa quale scegliere? È questa la domanda che molti si fanno, non riuscendo a trovare una facile risposta. Tuttavia possiamo dire che esiste un tipo di antifurto, chiamato smart, molto moderno, che è gestibile sfruttando la connessione Wi-Fi.

L’antifurto smart è perfetto per proteggere la nostra abitazione, in quanto è semplice da utilizzare ed è efficace perché si comporta come un tradizionale sistema antifurto, con la differenza che invia notifiche che riguardano alcuni possibili tentativi di effrazione.

Parlando di domotica e di antifurto smart, non possiamo fare a meno di nominare la centralina SIQURA proposta da CasaSicura.it. Anch’esso è un dispositivo smart, perché è dotata di connessione Wi-Fi, oltre che di tecnologia Infinity. Grazie a queste innovazioni, CasaSicura riesce a garantire una sicurezza incredibile su tutte le nostre abitazioni o sulle aree che vogliamo proteggere.

La copertura è senza limiti e il sistema può avvisarci quando ci sono delle eventuali minacce tramite SMS o chiamate vocali, per poter intervenire più prontamente.

Come funziona l’antifurto smart

L’antifurto smart è pensato appositamente per non avere cavi di collegamento. Insomma, a differenza di altri sistemi tradizionali, non è dotato di cablaggio. Gli antifurti smart comunicano via wireless attraverso un sistema di gestione domotica.

Quindi questo tipo di antifurti è senza fili, non prevede la realizzazione di canalizzazioni né di opere murarie né di interventi sui fili elettrici.

Il tutto funziona tramite la comunicazione tra i sensori e la centralina, sistema di comunicazione che sfrutta le onde elettromagnetiche.

Quale sistema scegliere

Il sistema wireless, che è uno tra quelli che più viene scelto ultimamente, presenta dei vantaggi molto importanti. La nostra scelta potrebbe orientarsi verso un sistema senza fili. Infatti l’installazione di un sistema wireless è facile, può avvenire in ogni luogo, anche dove non c’è una predisposizione specifica.

Poiché non ci sono fili da far passare, non è necessario intervenire con opere murarie o con altri lavori in casa. Nell’antifurto di questo tipo si possono aggiungere componenti in ogni momento, così come si può decidere di cambiare la sua configurazione.

Inoltre è trasportabile, quindi, anche quando facciamo un trasloco, lo possiamo portare con noi. Esistono sistemi wireless a sensori magnetici ed altri dello stesso tipo ad infrarossi. Il primo sistema si basa su sensori di prossimità. Questi ultimi sono dei rilevatori da posizionare eventualmente anche su porte e finestre.

Sono composti da due parti, che, quando vengono collegate, innescano il circuito. Se si interrompe questo circuito, scatta l’allarme.

I sistemi wireless ad infrarossi si chiamano anche sistemi a fotocellula. Vengono create due fasci di luce infrarossi. Quando questi si interrompono, arriva un segnale alla centralina che potrebbe essere elaborato come una forma di intrusione. Si tratterebbe dell’intruso che, passando, interrompe il fascio di luce.

Si tratta di sistemi pensati soprattutto per tenere sotto controllo il perimetro esterno di un’abitazione. Sono molto utili perché, grazie alle tecnologie particolari di cui sono dotati, riducono il rischio di falsi allarmi dovuti per esempio al passaggio di animali, anche di quelli domestici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *